Facebook

Giovanni FALISI

Giovanni FALISI

Libero professionista in Roma, dedica la sua attività prevalentemente ai pazienti con disfunzioni temporo mandibolari ed all’implantologia. Consulente esterno in ortognatodonzia presso l’Ospedale Belcolle di Viterbo U.O. Maxillo Facciale. Odontoiatra volontario presso l’Ospedale Municipale Giapponese città di Santa Cruz de la Sierra Bolivia.

Professore a contratto in Protesi Dentaria, Corso in Laurea Magistrale Odontoiatria e Protesi Dentaria Università degli Studi dell’Aquila. Master Universitario di primo livello sull’Occlusione e Postura. Dottore in ricerca in scienze Odontostomatologiche e Maxillo Facciali. Ricercatore a contratto presso il Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche e Maxillo Facciali Sapienza Università di Roma.

E' autore di articoli e pubblicazioni nazionali ed internazionali.

ABSTRACT

STABILIZZAZIONE IMPLANTARE NEI SENI MASCELLARI DI TIPO SA4

La pneumatizzazione del seno mascellare è un evento che si verifica frequentemente in assenza degli elementi dentali determinando una riduzione in senso verticale della disponibilità ossea, limitando l’inserimento degli impianti per finalità protesiche riabilitative.

L’approccio a questa zona anatomica è stato sempre un punto di controversia, sia per quanto riguarda l’aspetto chirurgico, sia per quanto riguarda le complicazioni post chirurgiche che si possono presentare.

Dalla letteratura internazionale si evince che, nel caso in cui la disponibilità ossea sia inferiore ai 4 mm, come nella classificazione IV di Misch, risulta indispensabile intervenire con una prima fase ricostruttiva-rigenerativa, per poi passare ad una seconda fase chirurgica per l’inserimento degli impianti.

La tecnica FIT LOCK permette l’applicazione simultanea degli impianti sul seno mscellalre con spessore residuo di osso inferiore ai 4 mm, mediante l’uso di BONE-RING di osso eterologo suino e particolato mp3 con chiusura della finestra del seno mediante membrana riassorbibile tipo EVOLUTION.

L’innesto di osso eterologo intraorale per la ricostruzione del seno mascellare e l’applicazione simultanea degli impianti, permette la riduzione dei tempi chirurgici e consente una stabilità primaria necessaria per l’osteointegrazione.